TREND
nuove frontiere della scena britannica
XV edizione

 

dal 20 ottobre al 18 dicembre

TREND
nuove frontiere della scena britannica
XV edizione

 

rassegna a cura di Rodolfo di Giammarco

L’attestarsi su due mesi consecutivi di calendario, il fare affidamento su una piattaforma di quindici titoli inglesi quasi tutti inediti da noi e su una mappatura di quindici autori d’Oltremanica tutti diversi, il monitorare un’ampia rosa di nomi della nuova o recente drammaturgia britannica facendo però anche omaggio a due testi sconosciuti di due scrittori di teatro conosciutissimi come Edward Bond e come Martin Crimp, il creare le condizioni per recepire sulla scena un vasto repertorio di problemi sollevati dalla cultura inglese più recente dello spettacolo, l’attuare nella maggior parte dei casi un’opera di veloce traduzione di copioni ancora freschi di allestimento e di stampa, il creare le premesse per un’adeguata adesione di attori e registi italiani a plays concepiti in un altro mondo intellettuale e sociale, e il sensibilizzare Roma Capitale e il Ministero dei Beni Culturali a fornire appoggio a un’impresa così capillare, contemporanea e concentrata, fa dell’attuale XV edizione della rassegna-festival “Trend, nuove frontiere della scena britannica” un’occasione di incontro, conoscenza, lavoro, scambio, cantiere linguistico e confronto identitario e sociale come è raro che se ne registrino in Italia. Qui, mentre in genere gli spazi e le iniziative sceniche vivono una congiuntura di sopravvivenza, qui si sperimentano a volte fino in fondo le parole, i silenzi, i contatti umani. Qui il teatro può raggiungere, in quindici modi differenti, un senso o un inquietante vuoto di senso.

Entrerete in sintonia con Marina Carr (The Cordelia Dream), Tim Crouch (I, Caliban), Amy Conroy (I ♥ Alice ♥ I), Rob Hayes (Awkward Conversations with Animals I’ve Fucked), Clare Bayley (The Container), Robert Farquhar (Dust to Dust), Stef Smith (Swallow), Evan Placey (Girls like That), Edward Bond (The Crime of the Twenty-first Century), Duncan Macmillan (Every Brilliant Thing), Abi Morgan (Lovesong), Eimear McBride (A Girl is a half-formed Thing), Chris Thorpe (There has Possibly Been an Incident), Gary Owen (Ifigenia in Cardiff), Martin Crimp (In the Republic of Happiness). E potrete assistere ai film Behind the Beautiful Forever di David Hare, John di Lloyd Newson, Hangmen di Martin McDonagh.

E a dare un’impostazione, un’attuazione, una versione ai testi teatrali troverete, nell’ordine, Valerio Binasco, Fabrizio Arcuri, Elena Sbardella, Alessandro Haber, Carlo Emilio Lerici, Guglielmo Guidi, Roberto Di Maio, Emiliano Russo, Pierpaolo Sepe, Michele Panella, Elena Arvigo, Jacopo Gassmann, Valter Malosti, Giacomo Bisordi. Ma faranno non poco la loro parte anche i nostri spettatori.

Rodolfo di Giammarco

Prezzi:

posto unico € 10,00

Orari:

tutte le sere alle 21


Piazza di Sant'Apollonia, 11 00153 Roma.

Sott'occhio

Altre notizie

info utili

Direzione Generale

Antonio Salines

Organizzazione generale

Carlo Emilio Lerici

Ufficio Stampa

segreteria scuola

biglietteria e informazioni scuola

Iscriviti alla
NewsLetter

sconti e promozioni speciali per Voi!

Con il presente invio autorizzate l'utilizzo dei vostri dati sensibili