MEMORIE INTIME

di Massimo Vincenzi

dal romanzo di Georges Simenon

dal 9 al 14 maggio

MEMORIE INTIME

di Massimo Vincenzi

dal romanzo di Georges Simenon

con Antonio Salines e Francesca Bianco

regia Carlo Emilio Lerici

 

Memorie intime è tratto dall'autobiografia dello scrittore Georges Simenon.

Nel libro (l'ultimo scritto da Simenon) si racconta la vita dell'autore e della sua famiglia a partire dal suo trasferimento da Liegi a Parigi, intorno agli anni venti, sino al suicidio della figlia di Simenon, Marie-Jo, avvenuto il 19 maggio 1978. Simenon scrive questo libro per commemorare la figlia, ma è un pretesto, per niente nascosto dallo stesso autore: lo fa principalmente per placare il dolore e i sensi di colpa e in questo modo dà vita a una sorta di grande affresco autobiografico.

Lo spettacolo parte da qui: un dialogo immaginario tra Simenon e la figlia suicida dal quale scaturiscono le vicende di una vita e il racconto di un'epoca.

Antonio Salines interpreta Simenon, mentre a fronteggiarlo ci sarà Francesca Bianco nei panni della figlia Marie-Jo e delle donne che hanno riempito, nel bene e nel male, la sua vita. Fantasmi del passato che lo accompagnano nella stesura di quello che si può definire il testamento del grande autore belga.

La regia è affidata a Carlo Emilio Lerici, il cui sodalizio con Massimo Vincenzi ha prodotto negli ultimi 10 anni una quindicina di spettacoli, tra i quali grande successo hanno ottenuto “La versione di Barney” e “Il sogno di Ipazia”, interpretati rispettivamente da Antonio Salines e Francesca Bianco.

Prezzi:

Interi € 18,00

Ridotti € 13,00

Orari:

dal martedì al sabato alle ore 21,00

domenica alle ore 17,30


Piazza di Sant'Apollonia, 11 00153 Roma.

Sott'occhio

Altre notizie

info utili

Direzione Generale

Antonio Salines

Organizzazione generale

Carlo Emilio Lerici

Ufficio Stampa

segreteria scuola

biglietteria e informazioni scuola

Iscriviti alla
NewsLetter

sconti e promozioni speciali per Voi!

Con il presente invio autorizzate l'utilizzo dei vostri dati sensibili