Ex moglie si innamora “da morire” di ex moglie
(allegra barbarie)
Testo/Inchiesta di Betta Cianchini

13 - 14 aprile

Ex moglie si innamora “da morire” di ex moglie
(allegra barbarie)
Testo/Inchiesta di Betta Cianchini

con Francesca Romana Miceli Picardi

regia Valentina Martino Ghiglia

 

Con il Patrocinio della Cooperativa Sociale Befree
(contro la violenza sulle donne)
Con il patrocino del Digayproject e Imma Battaglia


L’arma bianca della parola può sconfiggere la miseria della pochezza mentale di alcuni atteggiamenti che non sembrano affatto migliorare, anzi sembrano crescere ed autoalimentarsi.
Qual è il problema di fondo? Forse la paura di una società che deve cambiare perché ha già mutato pelle e cuore, ma non tutti sono pronti.
Chi sono “quei tutti”? E’ per loro che bisogna “parlare e presentarsi”.
Il mondo omosessuale (percepito come “mondo a sé-stante da troppi”) deve confrontarsi ed unirsi, con il mondo etero e divenire un “unicum”.
Giù la pareti, giù gli schemi, i preconcetti, i “distinguo”, le appartenenze, via le paure.
Se l’urgenza di parlare di una donna omosessuale è vivamente sentita da una donna etero, allora una rete “diversa che mira all’unione” è possibile.
Se l’urgenza non è più di chi subisce e non è solo di chi “sente quotidianamente la violenza psicologica” ma è l’urgenza viva e scalpitante di chi vive questa vita con la consapevolezza che la dignità deve essere appannaggio di tutte e tutti allora non ci si ritroverà di fronte ad un Progetto interessantissimo ma auto-referenziale.
Non basta più. E’ la società tutta, la società civile, noi uomini e donne che accompagniamo i bambini a scuola, che siamo mamme, non mamme, mogli, mariti, insomma noi donne e uomini etero che dobbiamo “sentire VIVA sulla nostra pelle” l’onta della vergogna per certe brutte storie di cronaca…


Not in my name, non con il mio benestare, non col mio silenzio/assenso.
Questa è l’urgenza che ha dato vita a questo testo/inchiesta.

Si parte dalla scoperta dell’omosessualità di una ex moglie per arrivare al femminicidio. Perché? Perché in Italia essere una donna lesbica non è facile, ma è ancor più difficile se la decisione è avvenuta dopo un matrimonio.
L’uomo – il maschio italiano - non solo si sente “cornuto” ma l’idea che la propria moglie se la faccia con un’altra donna ed abbia trovato la SUA FELICITA’ provoca in lui un “fastidio costante e frustrante”.
Un tarlo continuo nella mente. Ed un pensiero maligno e beffardo lo scuote costantemente. “Con una donna no. Non è nella casistica, non è nella norma del tradimento… non può essere”.
E così un monologo ironico e divertente, quasi un “one woman show” che ci farà sorridere di una etero alle prese con la scoperta del mondo femminile a lei così vicino ma che ora le sembra improvvisamente sensualmente entusiasmante… diventa un noir. Una ex moglie si innamora di una ex moglie. Le due si incontrano, si scoprono, si piacciono e diventano una nuova coppia. Sono felici.
Ma l’ex marito di Maria non ci sta. Inizia a diventare sempre più pesante, da stalker diventa carnefice.
Il cornuto - la felicità della sua ex - non la vuole vedere “nemmeno su cartolina”.
Tanta ironia e alla fine tanto disorientamento.
Perché così è la vita bastarda di tante “femmine” uccise.
Alcune di loro vivevano una vita normale. Alcune erano felici.

"Per la prima volta avevo sentito un caldo nel cuore ed il pensiero che la mattina dopo mi sarei svegliata accanto ad una donna che come me aveva i piedi freddi e doveva fare subito la pipì,… mi faceva addormentare con la consapevolezza che quel tenero abbraccio della sera sarebbe diventato - la mattina seguente - una divertente lotta a chi arrivava prima al bagno e così notte dopo notte mi addormentavo con un sorriso sconosciuto fino ad allora.
Abituarsi alla felicità è l’occupazione più sorprendente e difficile  della vita".

Prezzi:

Intero € 15,00

Ridotto € 10,00

acquisto internet + € 1,00 commissioni paypal

Orari:

ore 21,00


Piazza di Sant'Apollonia, 11 00153 Roma.

Sott'occhio

Altre notizie

info utili

Direzione Generale

Antonio Salines

Organizzazione generale

Carlo Emilio Lerici

Ufficio Stampa

segreteria scuola

biglietteria e informazioni scuola

Iscriviti alla
NewsLetter

sconti e promozioni speciali per Voi!

Con il presente invio autorizzate l'utilizzo dei vostri dati sensibili